Il portale di digital reporting innovativo

Nell’era della trasformazione digitale – dove web e i social network hanno profondamente modificato le modalità di comunicazione e relazione con i diversi stakeholder – anche i sistemi di reporting si stanno evolvendo verso forme innovative capaci di superare il tradizionale documento cartaceo e di cogliere appieno le potenzialità delle nuove tecnologie, non solo in termini di resa finale della rendicontazione, ma anche in termini di processo di accountability e di dialogo con gli stakeholder. OpenReportTM è l’innovativo portale di digital reporting ideato da Refe per misurare e aggiornare in itinere le performance sociali, ambientali ed economiche e rendere sempre più smart la comunicazione della sostenibilità.

Oltre 240


KPI inseriti in
OpenReport
TM

 

+20%


le risposte degli stakeholder per l’analisi di materialità, grazie al coinvolgimento online tramite OpenReportTM

 

+11,41 ton


di carta risparmiate dal 2018 al 2020 grazie al passaggio alla rendicontazione digitalee

 

40+


alberi non abbattuti e -10.867,07 kgCO2 e di emissioni GHG grazie alle stampe evitate

 

Meno burocratiche e più fruibili le operazioni di trasparenza e accountability.

OpenReportTM è il portale di comunicazione della sostenibilità – ideato da Refe e realizzato in collaborazione con Redesign comunicazione – innovativo, dinamico, interattivo e che consente l’aggiornamento in progress delle performance sociali, ambientali ed economiche dell’organizzazione. Uno strumento che risponde alle crescenti esigenze di rendere meno burocratiche, più fruibili e appealing le operazioni di trasparenza e accountability.

Nel 2018, LGH – utility del Gruppo a2a che opera nel settore dell’energia, dell’ambiente, dell’innovazione nei territori del Sud Lombardia – dopo ben undici bilanci di sostenibilità, sceglie Refe per fare un decisivo salto di qualità e sviluppare un portale di rendicontazione digitale.

OpenReportTM nasce da un percorso di ricerca e innovazione che nel 2014 aveva portato alla realizzazione per il Comune di Rho (MI) del primo Bilancio sociale online premiato come finalista all’Oscar di Bilancio FERPI link interno al progetto di Rho. A settembre 2016 il paper elaborato da Cristiana Rogate, Paolo Ricci e Renato Civitillo dell’Università del Sannio «CSR web reporting in the age of digitization: transparency and accountability» viene selezionato e presentato alla VII International CSR-Conference sul tema CSR in an Age of Digitization, alla Humboldt – Universität di Berlino link interno e l’anno successivo il GBS – l’Associazione nazionale per la ricerca scientifica sulla rendicontazione sociale – attiva su proposta di Cristiana Rogate un Tavolo di Ricerca Nazionale sul Web reporting, coordinato insieme alla Prof.ssa Manes Rossi, al quale partecipano 22 Università italiane. A luglio 2017 viene pubblicato il paper di ricerca Le nuove frontiere della rendicontazione sociale: il Web Reporting. Linee di orientamento, presentato all’edizione nazionale del Salone della CSR e dell’Innovazione Sociale 2017, in Università Bocconi. Il documento presenta delle linee di orientamento a supporto delle organizzazioni profit e non profit interessate a intraprendere un percorso di rendicontazione, coinvolgimento degli stakeholder e valutazione degli impatti della propria azione attraverso canali digitali.

Questo percorso posiziona Refe come uno degli interlocutori di riferimento a livello nazionale sulla rendicontazione digitale.

Il progetto di LGH nasce su iniziativa dell’Area Sviluppo Territoriale, Affari istituzionali e Comunicazione Esterna e dall’Area Qualità Sicurezza e Ambiente, con la collaborazione dell’Area Risorse Umane, Organizzazione e Change Management e A2A Smart City, e traccia una nuova e importante rotta nell’ambito della rendicontazione di sostenibilità. L’obiettivo è superare un approccio tradizionale, che per quanto corretto è pur sempre concepito in una logica unidirezionale ed ex post, a favore di una comunicazione in itinere, continuativa e orientata al coinvolgimento stabile e sistematico degli stakeholder del territorio, innovando il rapporto tra azienda e territorio e rinforzando posizionamento strategico e brand reputation.

Elemento distintivo del portale è la valorizzazione della matrice di materialità interattiva, costruita in modo da offrire, oltre alla fotografia dei temi maggiormente rilevanti per la sostenibilità dell’azienda, anche un efficace strumento per la navigazione del portale. La matrice, collegata agli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell’Agenda 2030 dell’ONU, consente all’utente di scoprire e approfondire i contenuti collegati ai temi di interesse. In questo modo la navigazione, oltre che multilivello, è personalizzata, consentendo a ciascuno di approfondire gli aspetti che considera di maggiore interesse.

 

LGH presenta il suo OpenReportTM in anteprima a una platea di esperti durante il Salone della CSR e dell’Innovazione Sociale 2018 dell’Università Bocconi di Milano, suscitando grande interesse anche tra i media, compreso Il Sole 24 Ore.

A settembre 2019 viene rilasciata la seconda release di OpenReportTM con due principali novità: l’integrazione del portale nel sito istituzionale dell’azienda e il primo aggiornamento della matrice di materialità interattiva da parte degli stakeholder – interni e esterni – direttamente tramite portale.

Per quanto riguarda il primo elemento di novità, l’integrazione tra sito istituzionale e OpenReportTM rappresenta un’importante scelta di posizionamento da parte di LGH. Con questa operazione, infatti, comunicazione istituzionale, accountability e partecipazione vengono integrate e allineate in modo coerente in un unico strumento.

Rispetto al secondo elemento, LGH realizza il primo aggiornamento della matrice di materialità del Gruppo direttamente tramite il portale, avviando una campagna dedicata nella sezione “Partecipa”. Due gli obiettivi. Il primo è legato alla volontà di assicurare un coinvolgimento più ampio, esteso a tutti gli stakeholder delle comunità servite, rispondendo all’obiettivo di avvicinare sempre più azienda e territorio. Il secondo consiste nel far sì che gli stakeholder diano una valutazione pienamente consapevole e informata delle attività svolte e dei risultati ed effetti generati dal Gruppo. Chiunque visiti il portale, infatti, può facilmente approfondire attività, risultati e valore sociale, ambientale ed economico prodotto da LGH e contribuire alla definizione della rilevanza dei temi della sostenibilità identificati dal Gruppo con un maggiore livello di consapevolezza. In questo modo OpenReportTM sviluppa ulteriormente le sue potenzialità in termini di coinvolgimento e dialogo con le comunità e i territori serviti e rappresenta uno strumento utile per la diffusione di tutte le altre iniziative di comunicazione e partecipazione promosse e realizzate.

Nel corso del 2020 il portale è stato aggiornato con l’integrazione nella rendicontazione delle iniziative realizzate da LGH in relazione all’emergenza Covid. In particolare, sono state messe in evidenza le azioni rivolte al personale interno a tutela della salute e della sicurezza sia per i dipendenti che hanno continuato a lavorare in presenza sia per il personale in smart working; le azioni straordinarie messe in campo per garantire la continuità dei servizi per i cittadini; le iniziative di solidarietà e sostegno alle comunità dei territori serviti.

A breve struttura e contenuti del portale del saranno allineati al nuovo Piano Industriale, completando l’integrazione tra sistemi e strumenti di programmazione, controllo, rendicontazione e comunicazione.